Alla ricerca del sonno perduto

//Alla ricerca del sonno perduto

Alla ricerca del sonno perduto

Quante volte capita di tornare a casa tardi, pur sapendo di non poter posticipare la sveglia l’indomani? Ma può capitare anche una partenza la mattina presto, “ancora un’altra puntata e poi dormo” o un qualsiasi altro tipo di imprevisto che comporta l’abbracciare il cuscino più tardi del solito. Qualunque sia il motivo, le ore di sonno son perdute! Ma esiste un modo per recuperarle? Cerchiamo insieme una risposta.

Che sia per via di una notte bianca o di una sveglia all’alba, dire addio alle ore di sonno perse non è mai così semplice..

Ma il cosiddetto sonno “perso” si recupera veramente dormendo un po’ di più il weekend o concedendosi un riposino pomeridiano?

Per dare risposte a queste domande bisogna fare un’importante distinzione tra chi è in temporaneo debito di sonno e chi invece vive di una mancanza cronica.

Per i nottambuli occasionali il recuperare sonno attraverso l’ora in più a letto la domenica o attraverso un pisolino ricaricante può essere la strategia giusta. Diciamoci la verità, dormire qualche ora in meno ogni tanto non è mai stato un grosso problema e mai lo sarà, a maggior ragione se le poche ora di riposo sono state “piene” e profonde.

Soprattutto il pisolino può essere un buon rimedio, ma per essere davvero riposante non deve durare più di mezz’ora, sennò va a finire che intaccherà la stanchezza della sera.

Per coloro i quali, per un motivo o per un altro, il dormire a ritmi regolari è praticamente utopia, risulta invece efficace pianificare il recupero “spalmato” su più giorni. Per i proprietari di arretrati importanti una soluzione può essere quella, durante la settimana, di andare a letto una mezz’ora prima del solito. Il pisolino non può bastare e neanche la sveglia più tardi nel weekend.

Diventa fondamentale provare a creare una propria nuova routine del sonno e, pian piano, tentare di non perderne altro, perché quello del passato è ormai andato.

Il motivo? Recuperare veramente le ore di sonno è biologicamente impossibile. Il corpo funziona a cicli autonomi, per questo, se dormire poco è un’abitudine, non è possibile trovare equilibrio cercando di recuperarlo con un ciclo successivo.

Insomma, invece di pensare a come recuperare le ore di sonno perdute, è bene modificare le nostre abitudini per garantirci un riposo adeguato e proteggere la nostra salute.

E se l’impegno c’è ma le difficoltà nel riposo persistono? A quel punto sarebbe bene indagare sul problema affidandosi ad esperti del sonno, pronti a fornirti consigli e strumenti per riposare più e riposare meglio.

By |2020-03-27T16:55:12+00:00marzo 27th, 2020|Blog|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment