Quando pratichiamo in maniera costante uno sport, questo ci permette di modificare il nostro corpo, rendendoci molto più energici, attivi e forti.

Infatti quando ci alleniamo, l’organismo libera delle sostanze euforizzanti, le endorfine, le quali hanno la stessa efficacia dei farmaci antidepressivi. Un ulteriore effetto benefico dello sport è rappresentato anche da una maggiore ossigenazione dei tessuti. È anche risaputo che fare attività fisica, di qualunque genere, aiuta a scaricare lo stress mentale derivato da giornate impegnative e a combattere la routine. Lo sport , inoltre, ci da dei grandi insegnamenti di vita fin da piccoli: gli sport di squadra inducono alla collaborazione, quelli individuali insegnano rigore e senso di responsabilità.

Lo sport ci insegna anche a superare i nostri limiti: per un adulto che soffre di ansia, per esempio, praticare uno sport ad alto livello di stress potrebbe aiutare a superare il suo stato di prostrazione. Per questi motivi lo sport sembra essere una delle migliori risorse per superare i problemi della vita di tutti i giorni.

Ma come può migliorare la qualità del nostro sonno?

E’ stato dimostrato scientificamente che l’attività fisica aerobica migliora la qualità del sonno: Secondo numerosi studi, lo sport accentua la profondità del sonno e questo fa si che lo sportivo si addormenta più velocemente con un sonno lento profondo più lungo mentre il sonno paradossale si accorcia. Lo sport permette anche al corpo di raggiungere una temperatura più bassa durante il sonno, e questo favorisce la sintesi proteica. L’inattività nella quale siamo immersi, permette di eliminare più rapidamente le tossine e gli scarti accumulati dall’organismo, essenziale per lo sportivo.

Ma in che orari è consigliato svolgere attività fisica?

 Praticare un’attività fisica è sempre un beneficio per il nostro corpo e la nostra mente, ma dobbiamo stare attenti a svolgerla in determinati orari per avere dei reali benefici sul sonno. È sconsigliato, infatti, fare sport nelle ore serali poiché l’attività fisica stimola il nostro sistema nervoso, causando la cosiddetta insonnia da adrenalina. L’adrenalina non fa dormire perché migliora la reattività dell’organismo, accelerando la frequenza cardiaca, dilatando le vie aeree bronchiali ed esaltando la prestazione fisica. Per questo motivo è di gran lunga consigliato di allenarsi di giorno piuttosto che di sera per evitare qualsiasi problema collegato all’insonnia.